Piano Sociale di Zona Salerno 7

login
contatti
mappa
home

Povertà

Il fenomeno della povertà è certamente complesso in quanto la macro area del contrasto alla povertà abbraccia tutti quei cittadini che si trovano in condizioni di forte disagio economico: adulti con reddito insufficiente, disoccupati di lunga durata, nuclei familiari con minori, persone sole in stato di indigenza, giovani con problemi di lavoro, soggetti privi di un tetto e così via.

 

Le famiglie con il capofamiglia disoccupato hanno un reddito medio molto basso e il rischio di povertà rimane elevato anche per le  persone appartenenti a famiglie con una sola persona occupata, soprattutto se questa persona lavora con contratti temporanei.

 

Emergono vecchie e nuove forme di povertà che spingono ad attuare politiche capaci di soddisfare almeno i bisogni primari.

 

La situazione generale Italiana, acuita negli ultimi anni dalla crisi economica internazionale, emerge in tutta la sua gravità  nel territorio dell'Ambito Salerno 7, dove già un'ecomonia basata sopratutto sul terziario, mostrava tutti  i suoi problemi.

 

Un dato allarmante è che molte delle richieste di servizi dell' area "Contrasto alla povertà"  sono pervenute da giovani disoccupati, da coppie  con figli minori con un reddito non sufficiente al soddisfacimento dei bisogni primari.

 

Nell' anno 2011 le richieste per contributi economici diretti registrate dal segretariato sociale sono state 576.

 

Le richieste di inserimento nei percorsi di inclusione sociale sono state 807 (solo il 65% di richieste sono state soddisfatte).

 

Nel centro senza fissa dimora dell'Ambito S/7, nel 2011,  sono stati ricoverati 12 indigenti, di cui n. 9 residenti nell'ambito S7 e  3 extracomunitari.

 

Tra questi hanno usufruito, temporaneamente , del servizio una famiglia con minori, mentre  3 indigenti sono stati ospiti del centro per tutto il 2011.